News

02-05-2017

Pittura e vernice: che differenza c’è?


Spesso capita di utilizzare i termini “pittura” e “vernice” come sinonimi, ma siamo proprio sicuri che stiamo parlando dello stesso prodotto?

Partendo dalle pitture, possiamo affermare come prima cosa che ne esistono di vari tipi: quelle parzialmente coprenti e quelle totalmente coprenti; quelle composte da un legante e quelle che invece sono formate da un pigmento o da un diluente. La più diffusa sul mercato è senza dubbio quella acrilica, che è una pittura minerale composta da latte di calce e acqua. Le sue caratteristiche? Ottima coprenza, traspirabilità e azione fungicida, qualità che la rendono perfetta da utilizzare in ambienti particolarmente umidi o predisposti a muffa. Ma non è tutto! Oltre a questa, troviamo in commercio anche pitture alla caseina e ai silicati. Le prime sono composte da acqua, inerti e calce spenta e si caratterizzano per un’eccellente igroscopicità ed idrorepellenza (molto utilizzate per realizzare decori su carta da parati in quanto l’asciugatura avviene in tempi rapidi). Le seconde, invece, sono formate da silicato di potassio, pigmenti come ossido di ferro o di titanio ed acqua, e sono utilizzate soprattutto per esterni vista la buona resistenza agli agenti atmosferici e l’assenza di rischi per la salute e l’ambiente.

Venendo alle vernici, queste si possono definire miscele a due componenti: la sostanza filmogena, composta da diversi elementi come resine naturali, oli, bitumi etc e il solvente, sostanza che fluidifica la vernice. Sono in grado di creare sulla superficie trattata una sorta di pellicola sottile e variabilmente elastica. Ciò che le differenzia dalle pitture è il fatto che le vernici non sono pigmentate, quindi trasparenti.

La vernice acrilica e quella a base di resine naturali si adoperano soprattutto come finitura del legno, contribuendo a valorizzarne le venature. La differenza tra le due sta semplicemente nel fatto che la seconda è senza dubbio più dura e allo stesso tempo più fragile e necessità quindi di più tempo di essicazione.

Servizi di Verniciatura

Verniciatura opaca colorata

La verniciatura opaca colorata è ideale per modificare e personalizzare componenti d'arredo rendendo unica la tua casa. Può trasformare i vecchi mobili in qualcosa di originale e creativo, aggiungendo un tocco di vivacità e freschezza alla stanza.

Approfondisci
 

Verniciatura trasparente

La vernice trasparente è usata per aumentare la preziosità ed esaltare le venature e il colore del legno su cui viene applicata, indurendo questa pellicola finissima rende le superfici maggiormente lisce e lucide. Questo procedimento ottiene numerosi vantaggi quali la brillantezza dell'oggetto, la sua protezione e impermeabilizzazione.

Approfondisci
 

Verniciatura spazzolata lucida

La verniciatura spazzolata lucida è l'ideale per modificare e personalizzare componenti d'arredo come ad esempio i pensili della cucina o del soggiorno. Rende lucida la superficie del supporto e permette di illuminare l'ambiente ottenendo inoltre una buona resistenza all'acqua e al calore.

Approfondisci
 

Riverniciatura arredamento

Per avere dei mobili nuovi non è necessario comprarli. Dona luce ai tuoi ambienti cambiando colore agli arredi, un vecchio armadio può tramutarsi in una elegante libreria o in uno spazio TV. Potrai rinnovare quei mobili che pensavi di destinare alla cantina o alla discarica oppure modernizzare un arredo che semplicemente non ti piace più.

Approfondisci
 
 
1